Bandi e finanziamenti, maggio ricco di occasioni

  • 1° Bando Erasmus +
    Bando della Commissione Europea a sostegno dei settori dell’istruzione, formazione, gioventù e sport

Il bando prevede tre azioni chiave:

1. Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento;
2. Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi;
3. Sostegno alla riforma delle politiche

Beneficiari: Il bando è rivolto a qualsiasi organismo, pubblico o privato, operante nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.
Scadenze: tra il 30 aprile e il 1° ottobre 2014.
Testo del bando e guida al programma su: www.europafacile.net

  • Inaugurato lo Sportello Regionale per la Cultura e Creatività

Nuovo Servizio dedicato alle imprese, istituzioni ed associazioni culturali regionali: si tratta dello Sportello per la Cultura e la Creatività, istituito dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e gestito in partnership da ERVET Emilia-Romagna e ATER Emilia-Romagna.
Lo Sportello ha l’obiettivo di informare e orientare il settore culturale e creativo regionale rispetto alle opportunità di finanziamento comunitarie e regionali, oltre a fornire un supporto finalizzato a valorizzare e internazionalizzare la produzione del settore stesso.

Per maggiori informazioni telefonare ai seguenti numeri: 051 6450411/ 051 5273054
Oppure inviare mail a: sportellocultura@ervet.itsportellocultura@ater.emr.it

  • Horizon 2020: Manifestazione di interesse per il laboratori della Rete alta tecnologia dell’Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna, con delibera n. 22 del 13 gennaio 2014, ha pubblicato un invito a presentare manifestazioni d’interesse per l’integrazione dei programmi di ricerca dei laboratori dei tecnopoli, per la realizzazione di studi di fattibilità funzionali alla presentazione di progetti nell’ambito del Programma Horizon 2020.
Destinatari della manifestazione d’interesse, attivata a valere sull’Asse 1 del Programma Fesr (Attività I.1.1, Creazione di tecnopoli per la ricerca industriale e il trasferimento tecnologico), sono i laboratori della Rete alta tecnologia dell’Emilia-Romagna, che completeranno entro il 2014 i programmi di ricerca già finanziati dal Fesr.
Scopo della misura è potenziare la capacità della Rete di promuovere progetti collaborativi strategici su scala più ampia, che prevedano risultati sul medio-lungo termine entrando a far parte, in modo più significativo, delle reti di ricerca europee, allargando allo stesso tempo l’orizzonte dei percorsi di innovazione delle pmi regionali.
I termini per presentare le manifestazioni scadono il 28 aprile 2014.
Informazioni:
Sportello Imprese
Dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00 – Tel. 848800258

  • Contributi per le associazioni di consumatori-utenti iscritti ai registri regionali

Il contributo viene concesso nella misura massima del 60% delle spese ammissibili, per la realizzazione di programmi di attività di assistenza e consulenza al consumatore-utente, finalizzati alla risoluzione extragiudiziale delle controversie mediante pratiche di contenzioso e procedure di conciliazioni paritetiche, nonché quelle presso: C.c.i.a.a, Co.re.com, Organismi regionali accreditati presso il Ministero della Giustizia e iscritti al registro ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. n. 28/2010, Arbitro bancario finanziario (Abf).
Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 20 ottobre 2014.
Informazioni:
Sportello Imprese
Dal lunedì al venerdì   9.30-13.00 – Tel. 848800258

  • Finanziamenti agevolati per interventi di efficientamento energetico nelle pmi, riduzione dei consumi, sviluppo delle rinnovabili

Dal 14 aprile 2014 si è riaperta la possibilità di presentare domanda al fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy. Gestito dalla Ati Fondo Energia, formata dai consorzi fidi regionali Confidi e Unifidi. Il fondo dispone di un plafond complessivo di 24 milioni di euro.
Ad essere agevolabili sono gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l’efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso la produzione o l’autoconsumo, nonché l’utilizzo di tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali volti all’efficienza energetica dei processi o a ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti.
Entità e durata dei finanziamenti: limite minimo finanziabile 20mila euro, con la finalità di sostenere anche piccoli progetti per le microimprese, e limite massimo esteso a 1 milione di euro per sostenere i progetti più strutturati. Mentre la durata massima del finanziamento è stata estesa a 7 anni, per agevolare le imprese nei tempi di rientro dall’investimento. Grazie agli ulteriori incentivi introdotti sulla provvista pubblica, poi, il tasso effettivo praticato alle imprese non supera il 3% agli attuali valori di Euribor.
Informazioni sul fondo e modalità di presentazione della domanda sul sito: www.fondoenergia.eu

  • Bando per la riqualificazione di imprese turistiche, commerciali e stabilimenti balneari

La misura mette a disposizione 7 milioni di euro di risorse per il sostegno a progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali.
Target del bando sono, per quanto riguarda il turismo, strutture ricettive alberghiere o all’aria aperta, case per ferie, ostelli, rifugi alpini, affittacamere, case appartamento vacanza, stabilimenti balneari. Per la parte commercio, invece, la misura si rivolge a imprese di commercio all’ingrosso o al dettaglio, di somministrazione al pubblico di bevande e alimenti, discoteche e sale da ballo.
I progetti presentati, per essere ammessi, dovranno comportare una spesa non inferiore a 20mila euro. Il contributo massimo concedibile è pari a 150mila euro. Al termine della procedura (valutativa a sportello) sarà determinata la graduatoria e la percentuale di cofinanziamento, variabile tra il 30 e il 40% a seconda degli obiettivi di risparmio energetico dei singoli interventi.
Le domande possono essere presentate dal 5 maggio al 15 luglio 2014.
Per informazioni:  Numero verde 800662200 – Tel. 848800258.

  • Mecamex. La meccanica italiana in Messico

Le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto hanno sottoposto con successo al Ministero per lo sviluppo economico il progetto Mecamex – Meccanica italiana in Messico, pensato per rafforzare il posizionamento competitivo dell’industria italiana dei macchinari in Messico. Il soggetto attuatore di Mecamex sarà Ice-Agenzia.
Il Messico si è recentemente trasformato in una delle principali piattaforme manifatturiere del mondo e presenta importanti opportunità per le imprese della meccanica in tutti i comparti produttivi. Integrato nel Nafta, l’accordo nord americano sulla libera circolazione, con un’ampia popolazione, alti livelli di formazione, un tasso di crescita costante, il Messico ha recentemente varato importanti riforme strutturali.
Almeno 30 imprese manufatturiere con sede legale in Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto possono manifestare il proprio interesse inviando entro il 16 maggio 2014 la scheda apposita a sportelloestero@regione.emilia-romagna.it
Il 13 maggio 2014 si tiene, presso la Regione Emilia-Romagna, un convegno di presentazione del Messico, delle sue opportunità per la meccanica italiana e del progetto interregionale Macamex. Per partecipare, inviare il proprio nominativo e dell’impresa a sportelloestero@regione.emilia-romagna.it

Rubrica a cura di Europa Inform –Rimini tel. 0541 391996