Le opportunità di settembre

1. Fiere, bando per le imprese che partecipano ad iniziative all’estero
Prende il via il bando per la concessione di contributi a sostegno di progetti di partecipazione a fiere all’estero delle imprese emiliano-romagnole. Il bando punta a sostenere la partecipazione, da parte di Pmi dell’Emilia-Romagna, a fiere internazionali nei mercati esteri. L’opportunità è aperta ad imprese con sede legale in regione e a Pmi associate in associazione temporanea di impresa, Ati, composte da un minimo di 3 imprese tra loro assolutamente indipendenti, ovvero non devono essere tra loro associate o collegate. L’agevolazione prevista consiste in un contributo fino ad una misura massima corrispondente al 30% della spesa ritenuta ammissibile per le singole imprese e al 45% per le Ati.
La richiesta dei contributi è a ‘sportello’ a partire dal 10 settembre 2013 fino al 15 ottobre 2013: i progetti ammissibili saranno finanziati in ordine di arrivo fino ad esaurimento fondi.
Per informazioni

Barbara Busi, tel. 051.527.6200      bbusi@regione.emilia-romagna.it
Annalisa Giuliani, tel. 051.527.6318   agiuliani@regione.emilia-romagna.it

2. Emilia-Romagna: bando Start up innovative 2013
La Re­gio­ne Emi­lia-Ro­ma­gna ha ap­pro­va­to, con de­li­be­ra di Giun­ta n. 1044 del 23 lu­glio 2013, il bando “So­ste­gno allo start up di nuove im­pre­se in­no­va­ti­ve”, per l’av­vio di nuove im­pre­se a ele­va­to con­te­nu­to di co­no­scen­za, ba­sa­te sulla va­lo­riz­za­zio­ne eco­no­mi­ca dei ri­sul­ta­ti della ri­cer­ca e/o lo svi­lup­po di nuovi pro­dot­ti e ser­vi­zi di alta tec­no­lo­gia. L’in­ter­ven­to so­stie­ne i costi ne­ces­sa­ri in fase di start up e i primi in­ve­sti­men­ti fi­na­liz­za­ti al­l’e­span­sio­ne del­l’im­pre­sa.
De­sti­na­ta­ri del bando sono sin­go­le pic­co­le im­pre­se – com­pre­si con­sor­zi, so­cie­tà con­sor­ti­li e so­cie­tà coo­pe­ra­ti­ve – con lo­ca­liz­za­zio­ne pro­dut­ti­va in Emi­lia-Ro­ma­gna e co­sti­tui­te suc­ces­si­va­men­te al 1° gen­na­io 2011. L’a­ge­vo­la­zio­ne pre­vi­sta con­si­ste in un con­tri­bu­to in conto ca­pi­ta­le, cor­ri­spon­den­te al 60% della spesa ri­te­nu­ta am­mis­si­bi­le, che non deve es­se­re in­fe­rio­re a 75­mi­la euro, men­tre il va­lo­re mas­si­mo dei sin­go­li im­por­ti ero­ga­bi­li non potrà su­pe­ra­re i 100­mi­la euro.
La scadenza del bando è fissata, salvo esaurimento risorse, alle ore 24 del 31 gennaio 2014
.
Per informazioni
:

3. Un Erasmus per il lavoro in Europa
Creato nel 1993, Eures è un network che, attraverso il suo portale, mette a disposizione una serie di servizi volti a garantire la possibilità ai giovani europei in cerca di lavoro di visionare offerte aggiornate in tempo reale in 32 paesi.
Attraverso “My Eures” è possibile caricare il proprio CV-online che può essere visionato dalle aziende di tutta Europa. Nello stesso sito, è presente anche un servizio di consulenza.
Secondo una elaborazione del sito on line Linkiesta i posti disponibili, per giovani di età compresa tra 18 e 30 anni, sarebbero circa 1,5 milioni. Piccolo particolare: è richiesta una buona conoscenza dell’inglese, che tanti giovani italiani non sanno (meno della metà saprebbero sostenere un colloquio in inglese).

4. Progetto Leonardo a favore dei giovani
Promosso dalla Provincia di Rimini c(www.provincia.rimini.it) con il co-finanziamento del Programma Leonardo da Vinci, il progetto Moving Generation dà l’opportunità alle imprese con sede operativa nella provincia di Rimini di selezionare giovani neo-laureati per un tirocinio formativo in Italia e all’estero, avviando o rafforzando, allo stesso tempo, percorsi d’internazionalizzazione d’impresa.
Il progetto, giunto alla quarta edizione, ha coinvolto nel corso delle prime 3 annualità: 128 imprese partner  in Italia e all’estero, 99  giovani neolaureati, 22  partner e sponsor locali, nazionali e comunitari.
Le imprese partecipanti potranno accogliere, a partire da gennaio 2014, un giovane neo-laureato presso la propria struttura al fine di svolgere un tirocinio formativo della durata complessiva di 6 mesi (3 mesi presso l’impresa locale e 3 mesi presso un’impresa partner in un altro stato dell’Unione Europea).
Entro lunedì 30 settembre 2013 le aziende potranno presentare una loro manifestazione di interesse attraverso il sito: http://www.movingeneration.net/registrazione-imprese.asp
Per maggiori informazioni: Lucia Mancino,Uniser Soc. Coop Onlus