Officina Naturae, la giusta formula!

Fare impresa al giorno d’oggi è sempre più difficile. Per affrontare burocrazia e normative, i nuovi imprenditori devono solo avere tanto coraggio e soprattutto pazienza. Ci devono credere fino in fondo. Ne sanno qualcosa Silvia Carlini e Pierluca Urbinati, soci fondatori di Officina Naturae, azienda che produce detersivi ecologici, nella città di Rimini, famosa in tutta Italia e all’estero. Il duo aveva partecipato nel 2005 al concorso ‘Nuove idee nuove Imprese’ di Rimini, per chiedere dei piccoli finanziamenti per partire con un progetto, ma era arrivato solo decimo alla selezione. La voglia di andare avanti, però, è stata più forte della paura. Così i due soci hanno messo anima e portafoglio nel progetto. Con i risparmi di una vita, hanno iniziato a creare formule, contattare chimici. Diventando in pochi mesi nuovi produttori di detersivi e prodotti di cosmesi ecologici, ricercati in tutta Italia. “Nonostante non avessimo ottenuto dei fondi con il concorso – spiega Pierluca – sapevamo già che saremmo andati avanti comunque. Ci siamo davvero buttati a capofitto nel nostro nuovo lavoro, lasciando gli impieghi che avevamo, da un giorno all’altro”. A distanza di 7 anni, le cose sono già nuovamente cambiate. “E’ ancora più difficile fare impresa adesso – affermano Carlini e Urbinati – ne siamo certi. Ci sono tantissime normative diverse, la burocrazia a volte fa passare la voglia di andare avanti. Per non parlare dei vincoli legati ai finanziamenti”. E allora che consiglio si può dare a chi è temerario come questi due imprenditori? “Bisogna sempre partire con un fondo da parte e un buon business plan – ribatte Pierluca – Se uno fa fatica a investire dei propri fondi, è importante appoggiarsi a dei terzisti. Noi, ad esempio, avevamo un piccolo ‘gruzzoletto’ da parte e ci abbiamo provato lo stesso. Siamo partiti con appena 20mila euro e un garage come magazzino. Realizzavamo dei campioni di prodotto. Poi piano piano ci siamo allargati, ma con molta calma”. Ora Silvia e Pierluca vantano un’azienda con un capannone da 700 metri quadrati e uno staff di 5 persone, il 60% della loro clientela è rappresentato dai Gruppi d’Acquisto Solidale, ma distribuiscono la loro catena di prodotti in 150 negozi in tutta Italia e vendono anche on line. “Per diventare imprenditori bisogna credere in sè stessi, avere un grande spirito d’avventura – conclude Urbinati – e sicuramente essere anche un po’ pazzi. Il pizzico di fortuna però non guasta mai, per avere la giusta idea al momento giusto”.

Rita Celli